Il vostro browser non è aggiornato

Si utilizza Microsoft Internet Explorer. Per utilizzare questo sito web senza problemi, si consiglia di installare un nuovo browser (ad esempio Google Chrome, Mozilla Firefox, Apple Safari o Microsoft Edge).

Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto





Riconsegna dell’appartamento: di quali danni rispondono i locatari?

Locatari e locatori non si trovano sempre d’accordo al momento della riconsegna. Una buona consulenza se i locatori chiedono il risarcimento di danni di cui locatari non si reputano responsabili può costare cara. Ecco i consigli dell’Helvetia sui danni di cui devono rispondere i locatari e su come evitare controversie.

9 settembre 2020, testo: Hansjörg Ryser, foto: Depositphotos

L'uomo sta in piedi su una scala e dipinge un muro blu bianco.
La riconsegna dell’appartamento è alle porte. Ecco i consigli dell’Helvetia sui danni di cui devono rispondere i locatari e su come evitare controversie.

La fine di settembre coincide in molti cantoni svizzeri con un nuovo periodo ufficiale di traslochi. Si imballano i pacchi, si puliscono gli appartamenti e si riconsegnano le chiavi per spostarsi altrove.

Chi paga per il lavandino sbeccato?

In che stato devono lasciare l’appartamento i locatari? Ad esempio, le pareti della cameretta dipinte di blu devono essere accettate dal locatore? Cosa fare se il lavandino è danneggiato?
I locatari sono tenuti a ripristinare le condizioni originali dell’immobile in affitto. Il locatario deve quindi provvedere a ridipingere di bianco la parete blu. In caso lavandino sbeccato, la situazione è un po’ diversa. In linea di principio, il locatario deve far riparare il lavandino. Tuttavia, non è tenuto a pagarne l’intero costo, ma solo il valore attuale che tiene conto dell’età del lavandino. Se ha più di 35 anni, i locatari non sono tenuti a sostenere alcun costo. Si tiene conto del ciclo di vita anche per altre attrezzature come forni o moquette. Ulteriori informazioni sulla durata di vita sono disponibili sul sito dell’ASI/FSI.

Assicurazione responsabilità civile per danni a locali in locazione

I locatari possono notificare i danni assicurati alla loro assicurazione responsabilità civile. Se le richieste del locatore non sono giustificate, l’assicurazione le respinge e quindi i costi non devono essere sostenuti dai locatari.
I locatari non devono rispondere per i normali danni da usura come le ombre dei quadri sulle pareti o i segni lasciati dai mobili sulla moquette. I copriwater o i bicchieri portaspazzolini rotti, invece, rientrano nella normale manutenzione a carico dei locatari.
Spesso emergono altre controversie, ad esempio per le bollette del riscaldamento o la restituzione di una cauzione. In tal caso è di aiuto l’assicurazione protezione giuridica. E invece di versare una cauzione, si può stipulare un’assicurazione cauzioni, che garantisce eventuali costi di riparazione, ma senza pagarli, bensì rivalendosi sui locatari.

Il verbale di constatazione garantisce condizioni chiare

Sia al momento della riconsegna del vecchio appartamento che alla presa in consegna di uno nuovo, è consigliabile redigere un verbale di constatazione da firmare solo se si è d’accordo con il contenuto. In caso di dubbio, è possibile consultare un rappresentante dell’ASI al momento della riconsegna dell’appartamento. Quando se ne prende in consegna un nuovo, è necessario prestare particolare attenzione a eventuali danni. Questi devono essere eventualmente documentati con foto e in ogni caso registrati nel verbale.

Responsa­bilità civile privata

Capita a tutti di distrarsi un attimo, del resto è una questione di secondi. L’assicurazione responsabilità civile privata vi tutela dalle conseguenze finanziarie in caso di danni arrecati a beni di terzi.

Ulteriori informazioni sulla responsa­bilità civile privata
Raccomandare questa pagina
Si prega di verificare la connessione a Internet